Commercialisti e Consulenti del Lavoro Bra | Studio Serfil BONUS 200 EURO - Novità e Aggiornamenti
Chiama: 0172 44872

Novità e Aggiornamenti

Novità e Aggiornamenti

22giu

BONUS 200 EURO

Visualizzazioni (389) |Torna indietro|

Per far fronte al caro bolletta, il decreto legge "Aiuti "ha dato avvio ad una serie di misure per sostenere famiglie e imprese, tra queste, il bonus 200 euro nella busta paga di luglio 2022. Vediamo insieme di cosa si tratta e come ottenerlo…

Reddito valido per il bonus 200 euro

Hanno diritto al bonus 200 euro tutti i percettori di reddito inferiore a 35mila euro annui.

Pe il calcolo del reddito fanno eccezione: 
1.    rendita casa di abitazione e relative pertinenze;
2.    trattamenti di fine rapporto;
3.    emolumenti arretrati sottoposti a tassazione separata;
4.    ANF, assegni familiari e assegno unico universale;
5.    assegni di guerra, indennizzi da vaccinazione o trasfusione;
6.    indennità di accompagnamento.

Chi può usufruire del bonus 200 euro?

Più della metà degli italiani potrà ricevere il bonus di 200 euro nella busta paga di luglio 2022, ma vediamo nel dettaglio le categorie beneficiarie


1.    Pensionati

Il Bonus di 200 euro spetta a favore dei soggetti residenti in Italia che percepiscono trattamenti pensionistici con un reddito personale ai fini IRPEF per il 2021 non superiore ad 35.000 euro.

L’indennità verrà riconosciuta automaticamente dall’ente previdenziale attraverso il casellario centrale dei pensionati.

2.    Lavoratori domestici

L’indennità a favore dei lavoratori domestici spetta a coloro che in data del 18 maggio 2022, l’erogazione è effettuata dall’INPS direttamente al lavoratore previa domanda che si potrà presentare attraverso gli Istituti di patronato.

3.    Percettori di NASPI e disoccupazione

L’indennità verrà riconosciuta direttamente dall’Inps ai percettori di NASpI e DIS-COLL per il mese di giugno 2022 nonché a coloro che nel corso del 2022 percepiscono l’indennità di disoccupazione agricola di competenza del 2021.

4.    Collaboratori coordinati e continuativi

I lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi con contratto in essere in data 18 maggio 2022 per usufruire del bonus 200 euro devono presentare la domanda all’INPS 

5.    Lavoratori autonomi occasionali

Il bonus spetta anche ai lavoratori non titolari di partita IVA e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ma che siano stati titolari di contratti di lavoro autonomo in forma occasionale nel 2021.

6.    Lavoratori autonomi ed i professionisti

Per i lavoratori autonomi è stato invece istituito un fondo ad hoc da 500 milioni (erano 400 nella stesura precedente) e le modalità di erogazione saranno stabilite da un decreto apposito che verrà messo a punto entro 30 giorni dal Ministero del Lavoro.


Come funziona l’erogazione del bonus 200 euro per i dipendenti?


L’erogazione del bonus prevede procedimenti diversi per i dipendenti pubblici e privati.

I dipendenti pubblici riceveranno automaticamente nella busta paga la tantum di 200 euro.

I dipendenti privati, invece, dovranno firmare una autocertificazione con la quale dichiarare di non essere titolare di un trattamento pensionistico o del reddito di cittadinanza. 

L’autocertificazione andrà resa al datore di lavoro, che provvederà a erogare a quel punto nella busta paga di luglio il beneficio. L’importo erogato a titolo di bonus è fiscalmente esente.

Non è stato diffuso, per ora, un modulo ufficiale per tale dichiarazione, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha, però, elaborato e messo a disposizione un fac-simile.

È importante sapere che il bonus 200 euro dovrà essere erogato una sola volta per ciascun lavoratore, anche in presenza di più rapporti di lavoro.


Per rimanere aggiornato su bonus e agevolazioni continua a seguirci anche sul canale Facebook!


 

RICHIEDI UNA CONSULENZA

STUDIO SER.FI.L. S.R.L.

Il tuo commercialista di fiducia

Un team di professionisti, ognuno con competenze specifiche, per assistere le imprese e i professionisti, accompagnandoli nelle varie fasi di gestione dell'azienda e del suo sviluppo.

INFORMAZIONI

Indirizzo: Via Principi di Piemonte, 6 Bra
E-mail: info@studioserfil.it
P.Iva: 03675470045
Pec: serfil@pec.it
N. Rea: CN-308618

SOCIAL